histats
hosting wordpress

Come scegliere un hosting per WordPress

Se stai cercando informazioni che ti aiutino a scegliere un hosting per WordPress, probabilmente avrai googlato ed avrai capito che per creare un sito od un blog è necessario acquistare uno spazio web ed un database.

Esistono tantissimi hosting dove pubblicare il proprio sito web, ma non tutti sono adatti a WordPress, questo perché quest’ultimo ha bisogno di determinate caratteristiche per garantirti delle buone performance.

In questo articolo ti parlerò delle caratteristiche di un hosting per WordPress.
Nella maggior parte dei casi gli hosting mettono a disposizione del cliente tutte le caratteristiche del servizio, come ad esempio fa SupportHost.

Disco SSD

Fino a qualche anno fa i dischi erano tutti HD, alcuni servizi di hosting offrono ancora HD nei piani più economici, mentre per una installazione di WordPress devi assolutamente verificare che l’hosting fornisca un disco SSD. Avere un sito installato su un disco SSD significa ottenere migliori performance.

Database MySQL

Il migliore hosting per WordPress deve fornirti uno o più database MySQL. Questo servizio deve essere inlcuso nel prezzo.

Ti consiglio di acquistare uno spazio web in un hosting in cui hai già tutto incluso nel prezzo e non devi ogni volta pagare per attivare un database, un certificato SSL od altri servizi che vedremo nei prossimi punti.

Datacenter EU

Se il tuo sito web è in italiano ed è rivolto ad un pubblico italiano, il datacenter (il luogo in cui risiede fisicamente il server) deve essere localizzato quanto più vicino all’Italia. Se il tuo hosting non ha datacenter in Italia, almeno verifica che il datacenter si trovi all’interno dell’Unione Europa (es. Germania, Olanda).

Generalmente gli hosting ci tengono a precisare che i datacenter si trovino in EU, se così non fosse, chiedi esplicitamente informazioni sulla localizzazione dei datacenter al servizio di assistenza.

Ambiente di staging

Questa funzionalità non è obbligatoria e non deve esserci per forza, però se è presente, è ancora meglio.

Il servizio di staging ti permette di clonare il tuo sito ed ottenerne una copia identica; è molto utile quando devi verificare degli errori all’interno del sito, aggiornare plugin e core di WordPress, ecc.

Ti dicevo che questo servizio non è obbligatoriamente necessario perché in realtà se sei una persona un po’ più skillata (alias hai competenze in questo campo) puoi tranquillamente creare tu stesso un sito di staging andando a duplicare sia lo spazio (tutti i file di WordPress) che il database, a quel punto ti basterà rimpiazzare gli URL del database e modificare i dati di collegamento al database nel file wp-config.

Versione PHP

WordPress ed i suoi plugin sono sempre in continuo aggiornamento. Tutta la piattaforma è stata creata con un linguaggio di programmazione chiamato PHP. Questo linguaggio viene aggiornato anch’esso periodicamente, dunque è necessario che il servizio di hosting abbia il PHP aggiornato all’ultima versione.

Se l’hosting per WordPress non permettesse lo switch della versione di PHP da una vecchia a quella più nuova, potresti avere seri problemi con la tua installazione WordPress.

Backup

Parto dal presupposto che è sempre meglio avere tanti backup conservati in posti diversi. In generale consiglio di tenere un backup dentro il server per un ripristino più veloce e più comodo, un backup in un cloud esterno ed un backup “fisico” nel tuo hard disk esterno.

È consigliabile affidarsi ad un hosting che offra anche un sistema di backup.

Il backup è molto importante e bisogna programmarlo periodicamente. Nel caso in cui il tuo sito venisse hackerato o dimenticassi per diverso tempo di rinnovare il contratto con l’hosting, non andresti a perdere tutti i dati ed avresti sempre la possibilità di mettere di nuovo in piedi il tuo sito.

cPanel o Plesk

Questi due che ho nominato sono dei pannelli ricchi di funzionalità che permettono di andare a modificare varie impostazioni relative al sito. Per farti degli esempi concreti, con cPanel o Plesk puoi:

  • Visualizzare tutti i file contenuti all’interno del sito, senza dover obbligatoriamente accedere tramite client FTP
  • Accedere velocemente al database tramite phpMyAdmin
  • Visualizzare gli error ed access log
  • Creare sottodomini
  • Creare nuovi database
  • Creare nuovi indirizzi email
  • Installare WordPress con un click
  • Cambiare la versione di PHP
  • Controllare varie statistiche come il consumo della CPU

Assistenza in tempo reale

Non è detto che gli hosting che offrono assistenza solamente tramite ticket od email vanno scartati. Il fatto è che, per risolvere dei problemi in maniera urgente, è sempre meglio optare per servizi di hosting che offrono assistenza via telefono o chat.

Certicato SSL

Un hosting WordPress che si rispetti deve assolutamente darti la possibilità di installare un certificato SSL che serve per dare sicurezza al tuo sito. La maggior parte degli hosting offre gratuitamente l’installazione del certificato Let’s Encrypt. Quest’ultimo va benissimo per un sito vetrina o blog senza particolari funzioni che richiederebbero un certificato in grado di dare maggiore sicurezza.

Se il tuo hosting fornisce il certificato Let’s Encrypt, assicurati che il rinnovo sia automatico e venga gestito totalmente dall’hosting.

Altri consigli

Scegli un hosting che ti fornisca dei dati in maniera trasparente. Alcuni hosting scelgono di mostrarti nel dettaglio anche caratteristiche come vCore e GB di ram.

Alcuni hosting per WordPress ti danno la possibilità di installare più siti con lo stesso piano. Generalmente vengono chiamati come “multisiti”. Quindi, se hai intenzione di creare più siti web, ti consiglio di affidarti ad un hosting che offra un piano multisito in modo da abbattere i costi ed avere tutto sotto lo stesso pannello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.